jump to navigation

Il Monte Fuji, simbolo del Giappone, è sul punto di esplodere? maggio 10, 2013

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
Tags:
trackback

Ehm…potrebbe essere vero!
“Il monte Fuji potrebbe presto esplodere”
Non è l’ultima previsione apocalittica di qualche oscura profezia, ma l’annuncio di uno scienziato giapponese che ha messo in guardia sul pericolo di una devastante eruzione. Secondo i suoi studi, potrebbe essere molto vicina. E le conseguenze sarebbero catastrofiche.
Ecco qui!
IL MONTE FUJI è un gigante addormentato, che si sta stiracchiando.
L’autore della ricerca è il professor Toshitsugu Fujii, capo del dipartimento giapponese di vulcanologia (quindi non il solito giornalista fantasioso). Una delle cause dell’ imminente risveglio del vulcano, simbolo nazionale del Giappone, sarebbe il terremoto che nel marzo 2011 generò l’ onda di tsunami dagli effetti agghiaccianti. I movimenti tellurici- secondo l’esperto- avrebbero fatto accrescere a dismisura la pressione interna.
Il monte Fuji è tranquillo da quasi 300 anni e tutto ciò è anomalo“- ha spiegato il professore (che per combinazione ha per cognome il nome stesso del vulcano). “Precedentemente, infatti, aveva emesso lava e lapilli ad un intervallo di circa 30 anni. Per questo il timore che la prossima eruzione possa essere su vasta scala è piuttosto fondato“.
Subito dopo il sisma di magnitudo 9.0 Richter dell’anno 2011, il vulcano giapponese è diventato un osservato speciale. Soprattutto perché a pochi giorni dal primo terremoto ne è seguito un altro, di magnitudo 6.2, con epicentro proprio alle pendici del gigante dormiente. La correlazione tra scosse ed eruzioni è ormai accertata: tre secoli fa, dopo un sisma, a distanza di 40 giorni il Fuji si era prepotentemente risvegliato.
L’allarme del professore non è stato sottovalutato dalle autorità giapponesi. Anzi, sono stati elaborati subito i bilanci preventivi di quello che un simile evento potrebbe significare. Si pagherebbe, innanzitutto, un prezzo enorme in termini umani: si ipotizza una vera carneficina che coinvolgerebbe, in modo diretto e indiretto, milioni di persone. Ma non solo.
LA CENERE VULCANICA POTREBBE COPRIRE ANCHE TOKIO
I danni alle strutture potrebbero ammontare a cifre vertiginose. Solo per l’agricoltura la stima è di 30 miliardi di dollari. Il modello elaborato dagli studiosi prevede infatti che la cenere emessa dal Fuji in alcune aree superi il mezzo metro di spessore. E arriverebbe fino Tokio- distante 100 chilometri dal vulcano.
Sulla capitale potrebbero cadere alcuni centimetri di cenere, a YOKOHAMA almeno una decina” prevede lo scienziato. “La circolazione ferroviaria sarebbe sospesa, come anche il traffico aereo. Non ci saranno raccolti nelle campagne. Avverranno frane e smottamenti. Milioni di persone saranno coinvolte nel disastro“. Immaginelberto Ruffino
Ma questo professore è peggio della profezia Maya!!!

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: