jump to navigation

IMPARIAMO COS’é LA GIUSTIZIA… DALLA SANTANKé. maggio 14, 2013

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
trackback

PER FARE ODIENS DOBBIAMO GUARDARE LA SANTANCHé E SALLUSTI? FORMIGLI e la GRUBER NON HAN PIù FRECCE NEi LORO ARCHI?
In questi giorni gli italiani sono invitati  a incollarsi sul divano davanti alla TV per guardare la Santanké e Sallusti che discettano sulla giustizia – ovviamente per sostenere che il povero Berlusconi è un’anima candida e caso mai sono i giudici da mettere in galera. A questo siamo ridotti? per fare odiens bisogna davvero confondere le menti degli spettatori (ovviamente il discorso viene poi ripreso dall’ Insetto), proponendo la verbosa quanto salivosa Santanché e il suo amante Sallusti, entrambi pronti a capovolgere la realtà pur di riscuotere l’approvazione di Berlusconi e della sua cricca? 
Anche se oramai la misura è colma, e gli italiani ne hanno abbastanza, il nano sbuca fuori da tutte le parti, gonfia il torace (ricorda qualcuno)- urla “Sono qui! sono qui!” (ce ne siamo accorti) mentre Pd e Pdl ormai fusi in velenoso abbraccio cancellano nel loro ritiro spirituale ogni traccia di opposizione. I sopravvissuti berluscones evidentemente ci credono  tutti  con l’encefalogramma piatto – o almeno così ci vogliono- ma sapete cosa vi dico? prevedo un reazione coi fiocchi a qs stato di cose- il giubbotto antiproiettile vivamente suggeritogli  non sarà più una buona idea-l’ Innominabile  dovrà infilarsi in una capsula spaziale che lo porti altrove, lontanissimo, dove non lo conoscono.  

Ma nell’attesa del terzo grado di giudizio la  salivosa Sintanché accusa ancora una volta la magistratura, argomentando  – con Nitto Palma- che  “Nell’eventualita’ in cui si dovesse realizzare quanto richiesto da Ilda Bocassini (cioè 6 anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici) sarebbe il primo caso nel mondo occidentale di un leader politico escluso dalla politica non per il dissenso degli italiani ma per via giudiziaria“.

Evidentemente alla labbruta Daniela neanche per sbaglio viene in mente che ci dev’ essere un motivo se il celebrato Silvio è stato processato. Infine, Daniela si arrampica audacemente sulle impervie barricate delle famose cene di Arcore, esclamando : “Se tutte le donne presenti a quelle cene fossero prostitute allora lo sono anch’io!”  

Mai dubitato, Daniela, mai dubitato. Ma pensiamo alla Boccassini, lei si davvero coraggiosa, avvolta nella sua toga di magistrato, criticatissima da tutti, compresa la cosiddetta sinistra.  Nel 2001 il 2° governo Berlusconi le ha anche tolto la scorta, lasciandola alla deriva,  sola nel suo scranno. Forse la scorta le è stata tolta per risparmiare ? ma no: la scorta ce l’hanno cani e porci, Brunetta e tutti gli altri. Ma Ilda Boccassini , no. 

 

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: