jump to navigation

Quando ci sentiamo soli e senza amici… è colpa nostra? settembre 11, 2013

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
add a comment

Forse parlo solo per me…! oppure davvero è un brutto momento per tutti… Mi chiedo: sono certa che molte altre persone come me si sentono all’improvviso sole e  disperate… perché la vita le ha deluse. Che vuol mai dire “la vita”?                                          “La vita “vuol dire le persone intorno a noi, gli amici.. perché spesso, anche se siamo gentili  e disponibili, generosi ed affettuosi, proprio le persone con cui lo siamo ci trattano  con esplicita malagrazia . Certamente non succede sempre, ma abbastanza spesso.  Come mai? penso sia una legge di natura, del tipo di quella che Woody Allen citò in uno dei suoi film” Non vorrei mai essere socio di un club che accettasse un socio come me“. Traducendo, ecco come ragiona l’ interlocutore che reagisce sgarbatamente  alla nostra gentilezza:  “Costui è nei miei confronti affettuoso e gentile, quindi , visto che si mette  sul mio stesso piano sospendendo ogni giudizio (voglio dire : anche se sa benissimo quanto io sia personaggio scadente) significa che  non vale nulla, altrimenti mi tratterebbe dall’alto in basso. E io non voglio aver a che fare con nessuno che, rivolgendosi a me in modo paritario, mi comunichi di appartenere alla mia stessa infima categoria”.                                                                                                         Ma c’è anche un ‘ altra ragione che fa reagire inviperito  il nostro interlocutore: costui comincia presto a sospettare che la nostra disponibilità sia da collegarsi a un qualche tipo di superiorità morale, che non riesce a definire e che è comunque per lui inaccettabile. A questo punto, divenuto definitivamente acido e sgarbato, ci indurrà  a reazioni drastiche: saremo cioè costretti a chiudere il nostro discorso con presunto amico, che comparirà solo più di tanto in tanto per chiederci qualche favore. 

E spero tanto di aver sbagliato tutto: o forse dovrei cambiare atteggiamento, e imparare  a essere io acida e sgarbata.