jump to navigation

C’è anche a Natale l’infelicità dietro le quinte…(aggiornato sabato 21 marzo 2015) dicembre 21, 2014

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
add a comment

Facciamo del nostro meglio, specie a Natale, per fingerci felici. Anche se non lo siamo, dobbiamo almeno sembrarlo. E perché mai? Risposta: per molte ragioni, innanzi tutto per non contagiare nessuno con la nostra (eventuale) tristezza, poi per non far troppo contenti i nostri nemici, e poi.. chissà! a furia di fingersi felici si finisce per sentirsi meglio davvero. Questo infatti è un antico trucco che quasi sempre funziona: fare come se…. Se ad esempio un ragazzino svogliato riuscisse a sentirsi come se fosse studioso, lo diventerebbe- e da lì a diventare il primo della classe sarebbe uno scherzo. Insomma, come diceva il mio insegnante di dizione, il mitico Iginio Bonazzi, bisogna recitare. Perché? ma perché, rispondeva Iginio, tanto reciteremmo lo stesso, da quando al mattino ci guardiamo allo specchio a quando ci mettiamo il pigiama e andiamo a dormire. Quindi… che ognuno reciti al meglio la sua parte questo Natale. E recitando… siate felici davvero!!!

accade talvolta d’estate… dicembre 13, 2014

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
add a comment

Capita specie d’estate
oppure in altra stagione
di notare agli angoli delle strade
signore di antica età
davvero molto eleganti
tacchi alti e borsa firmata
– signore troppo truccate
che guardano qua e là
attente, molto a lungo
aspettano qualcuno,
(è molto evidente)
sono pazienti, non si stancano
-o non lo danno a vedere-
le ho osservate, e ho capito infine
cosa aspettano, o meglio chi-
attendono un figlio
che le porti al pomeriggio
a incontrare i nipotini
così-per brevità-
lui le dice ” Aspettami qui
aspettami su quest’ angolo
tra le due e le tre..
ma potrei anche tardare”
lui le dice di aspettare
lì sul marciapiede
sapendo che la madre
mai verrà scambiata
per quel che non è
e che non è mai stata
(per quanto truccata)
la madre non si stancherà
questo è scontato
anche perché sa bene
che lui ormai è sposato
quindi giustificato
deve portare prima
la moglie al supermercato.

MESSAGGIO D’ AMORE (generico e non necessariamente natalizio). dicembre 12, 2014

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
add a comment

MESSAGGIO D’ AMORE [non intenzionale e non necessariamente natalizio].
Ripubblico una cosa non male che ho trovato in giro, scritta da un anonimo blogger:
C’è una cosa che vorrei dire a chiunque – certamente per sbaglio- possa capitare di leggere questo blog, e questo articolo in particolare. Parlate!! comunicate! scrivete alle persone che vi sono care, contattatele, dite loro che le amate. Piuttosto esagerate, ma non tacete. Le persone che avete accanto si trattengono accanto a voi come ospiti, ma possono sparire in qualsiasi momento, a volte solo per un po’, a volte per sempre. Non perdete l’occasione di dir loro che le amate, se le amate. Anche se riuscite a dir loro che le amate una sola volta, vi pentirete di non averlo mille volte ripetuto. Perché così raro è l’amore, che la persona cui è indirizzato potrebbe non crederci, dovete convincerla, subissarla di espressioni d’amore. Parlare d’amore è facile, l’amore l’abbiamo dentro, dobbiamo lasciare che esca dal cuore come un fiume da una roccia. Anche se questo amore- che per forza di cose sarà in un primo tempo timido come un bambino che sa appena balbettare- non dovesse apparire credibile, non lasciatevi paralizzare, continuate a ripetere a chi amate che lo amate. La persona cui è indirizzato il vostro messaggio d’amore ci penserà in seguito, domani o dopodomani e tra diversi mesi, o tra anni addirittura, quando comincerà a capire che l’amore è cosa rara, e che voi gli avete fatto un dono straordinario, un dono che forse non neppure ha meritato.
Questo non lo dico solo per me, ma per tutti. Perché per tutti viene il momento in cui ci rendiamo conto che siamo qui su questo pianeta per distribuire amore intorno a noi come certi fiori spandono i loro semi, simili ad ombrellini che il vento porta lontano, in un altrove dove dolcemente planeranno per mettere nuove radici. Non attendiamo di essere in quell’ altrove per parlare d’ amore.