jump to navigation

Meraviglia delle Meraviglie!! agosto 26, 2015

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
add a comment

Ogni volta rimango stupita dalla meraviglia che sembra cogliere il cosiddetto “grosso pubblico” (orrenda espressione) quando viene comunicata la scoperta di qualcosa di insolito, tipo guglie e mura di una città che affiora dal fondo sabbioso di un oceano, o scheletri giganteschi racchiusi in una parete rocciosa, o l’inoppugnabile prova di un manufatto datato migliaia o milioni di anni. Ma scusate, cosa credevamo, che noi, il mondo, la storia, il tempo, tecnologia compresa, fossero stati generati dal nulla insieme a noi, un paio di migliaia d’anni fa, o quattromila ben che vada? ma chi ce l’ha detto? da dove ci viene tanta arroganza? prima di noi, dagli abissi del tempo, una storia densa di eventi, di intrecci forse attivati da una tecnologia  portata sin qui da abitanti di altri mondi, potrebbe aver  disseminato qua e là- o meglio ovunque- tracce imperscrutabili o vistose, che solo di tanto in tanto l’ acume di qualche scienziato pone brevemente sotto la nostra attenzione- dico brevemente perché subito un’ eventuale  notizia in merito, pur clamorosa viene surclassata, cancellata dall’ ultimo pellegrinaggio di Renzi in cerca di applausi (manco fosse il Papa) o dall’ ultima catastrofe aerea- o dal cliché ormai quotidiano  del barcone greve di disperati in cerca di asilo, che hanno comunque il merito indiscutibile di fornire temi sempre freschi e succulenti  ai talk show serali. Voglio dire: noi viviamo oggi come non fosse successo mai nulla al di là di quanto ci possono dire le stringate recensioni giornalistiche di accadimenti circoscritti a qualche mesetto fa. Ma.. e prima? e prima ancora? prima che ci fossimo noi, prima che lo stesso tempo, così come lo conosciamo, fosse?                                   Infatti, a meno di non essere un ragazzino delle medie costretto a sapere tutto di Napoleone, dei Greci e dei Romani o addirittura degli Etruschi e Macedoni, una plumbea nebulosa corte d’insipienza ci avvolgerà in seguito, a meno di non dedicarsi a studi specifici o di diventare un esperto in parole incrociate, di quelli che capiscono subito che “binaria” è una stella doppia e non la moglie del binario. Tuttavia.. e qui torniamo a bomba (brutto anche questo, pazienza) al di là di addetti ai lavori o di persone particolarmente profonde a nessuno interessa la conoscenza del nostro passato, delle antiche radici del tempo che ci ha generato, e forse programmato, progettando il nostro modo di pensare, di essere, di inoltrarci nel futuro. E non solo “non ce ne può fregar di meno”  come direbbero a Roma, ma chiudiamo gli occhi anche davanti a cose che alcuni forse vorrebbero farci vedere… cioè giorno dopo giorno viviamo come se non ci fosse nulla da vedere, al di là delle ricevute bancarie e dell’ andamento dei titoli di borsa cinesi.

Ma… e se non fosse così ? se ci fossero cose importanti che deliberatamente ignoriamo? se i famosi cerchi nel grano significassero davvero qualcosa? se i cosiddetti “alieni”  fossero tra noi, se circolassero indisturbati nei punti chiave del mondo politico, negli ambienti televisivi e teatrali, o se si aggirassero tra la gente nelle varie occasioni che radunano “folle oceaniche”?                                                                                                                                                                             Se così fosse… non ce ne accorgeremmo neanche. Se un essere di altri mondi (presumo simile a noi) ci incontrasse e ci spiegasse che  tutti  i vulcani dalla Terra si stanno sincronizzando e che a breve l’ intero pianeta (questa bella  famiglia d’erbe e di animali) esploderà e tutto il nostro mondo verrà dimenticato, e neppure resterà qualcuno a testimoniare che siamo esistiti… beh, semplicemente non gli crederemmo. Gli diremmo: “Guarda ora ho da fare, ne parliamo domani...”

Ooparts: Elettronica in Mesopotamia e Babilonia? agosto 1, 2015

Posted by marisadibartolo in Uncategorized.
3 comments

certo che sembra proprio un cellulare. Del nostro remoto passato sappiamo molto poco!!! è già tanto che riusciamo a datare con una certa precisione (col metodo del Carbonio 40) quello che troviamo…

"coscienzecosmiche"

Sensazionale scoperta archeologica durante gli scavi a Fuschl am See, in Austria.

Venuto alla luce un oggetto con una iscrizione cuneiforme simile a un telefono cellulare o di cella corrente, le date degli oggetti del 13 ° secolo aC. Stranamente questo tipo di cuneiforme iscrizione è di solito molto più a est in Mesopotamia.

image

La posizione del ritrovamento rende più a ovest, dove si è sempre trovato antica scrittura … sollevare domande su come è finito in questa posizione remota.

image

Alcuni studiosi ipotizzano che tavoletta di argilla probabilmente inscritto è stato acquistato in un mercato di Babilonia e poi trasportata verso ovest attraverso uno scambio tra gli operatori economici, si ritiene questi potrebbero avere relazioni commerciali con l’Europa centrale in quel momento.

image

Coscienzecosmiche

View original post